Reggio Calabria

La Lunga Storia di Reggio Calabria

Reggio Calabria si trova in Calabria ed è la città più grande e più popolosa dell'intera Regione.

Benchè le origini storiche di questa città ci riportino alla Magna Grecia l'aspetto e la sua struttura urbana sono assolutamente moderne poiché a seguito del rovinoso terremoto del 1908 la gran parte del centro abitato è rimasto completamente distrutto.

Dove

Come abbiamo detto le origini della città danno notizia di Reggio Calabria come di una delle colonie greche dell'Italia Meridionale, più antiche.

Fondata come colonia nel VIII secolo a.C. precedentemente questo territorio venne abitato da popolazioni locali fra le quali gli Itali governati dal re Italo e dal leggendario Re Giocastro.

Nel V secolo a.C. Reggio era politicamente ed economicamente una delle città della Magna Grecia più importanti raggiungendo il massimo splendore sotto il controllo di Anassila.

Anche cuklturalemnte Reggio rappresentava un luogo di eccellenze qui si sviluppò la scuola Pitagorica ma anche importanti scuole di  poesia e scultura in cui crebbero personaggi di spicco per la storia della nostra cultura.

Durante la guerra del Peloponneso Reggio si schierò al fianco di Atene e nel 387 a.C venne conquistata dai siracusani con Dionigi I.

Alleata di Roma nel periodo Imperiale torno' ad essere un centro vivace e benestante; nel periodo Bizantino divenne Capitale del Ducato di Calabria, continuando una lunga ascesa sociale culturale ed economica fino all'VIII secolo periodo nel quale divenne sede Episcopale.

L'importanza economica e strategica di questa città fu tale che durante l'alto medio-evo divenne oggetto di contesa di varie popolazioni dai Longobardi ai Saraceni, dai Normanni ai Bizantini. e sebbene nel 1060 venne definitivamente liberata dal dominio bizantino, tuttavia permarranno nell'impronta culturale e religiosa della città le tradizioni e le contaminazioni greche almeno fino al XVII secolo, sebbene Papa Gregorio VII avesse ripristinato il rito latino dal 1081.

Reggio nel periodo dei Vespri Siciliani appoggiò incodizionatamente le città della zona orientale della Sicilia, sostenendo gli aragonesi nel contrastare le forze Angioine.

Circa nel 1300 Reggio entrò a far parte del Regno di Napoli, guadagnando politicamente una discreta autonomia e un buon controllo amministrativo.

Il Cinquecento sarà il periodo che segnerà in maniera drammatica il culmine di un lungo e a tratti lento declino di questa città stretta, fra la morza delle epidemie dilaganti in quella zona e dalle forti pressioni fiscali esercitate dalla dirigenza spagnola; al periodo di decadenza si accompagnò il drammatico terremoto del 1783 che mise in ginocchio la città e danneggiò in maniera grave tutta la zona meridionale della Calabria.

Nel periodo Napoleonico Reggio venne conquistata dal condottiero, siamo nel 1806, che trasformò la città nel proprio quartier generale; così Reggio divenne Comune, prese parte ai moti del Risorgimento ed entrò parte integrante del Regno d'Italia.

Nel 1860 ebbe luogo la battaglia di Piazza Duomo, nel corso della quale Garibaldi espugnò e consegnò al Re Vittorio Emanuele II,  il Regno delle due Sicilie.

Un altra catastrofe naturale attenderà la citta di Reggio Calabria nel 1908, un nuovo rovinoso sisma distruggerà la città che verrà ricostruita nel corso dei successivi 20 anni.

Dopo la seconda guerra mondiale Reggio Calabria che durante il periodo bellico, subì nuovi danni a seguito dei bombardamenti britannici, conobbe una rapida evoluzione demografica, fin quasi a raddoppiare il numero dei propri abitanti.

Negli anni '70 la città  si è fortemente battuta per essere riconosciuta come capoluogo regionale, con scontri di piazza importanti, ricordati non a caso come 'i moti di Reggio'; l'esito della diatriba fu una divisione di competenze fra Reggio e Catanzaro, affidando a quest'ultima l'aspetto politico e amministrativo della Regione e a Reggio l'aspetto economico con l'insediamento del Consiglio Regionale.

I decenni successivi saranno anni difficili per questa città, che presenterà situazioni sociali legate alla criminalità di crescente complessità e di non facile soluzione.

Un periodo di cambiamento e rinascita sembra essere stato inaugurato con gli anni '90, nel tentativo di recuperare lo splendore del passato come presupposto per un vincente sviluppo futuro.